Definizione: Miracoli

Nota:. Il seguente termine è definito nel contesto di Un Corso in Miracoli

Che cosa è un miracolo

Che cosa? è un miracolo? Ovviamente, per capire Un Corso in Miracoli
dobbiamo capire che cosa è un miracolo. Chiamando stesso Un Corso in Miracoli
, implica che tutto il suo scopo è quello di educare e formare noi nell'analisi e nel raggiungimento dei miracoli. Quando uno primi incontri questo titolo, sembra come se il Corso sta per mostrarci come produrre eventi fisici soprannaturali, come allevare i morti o fare apparire cibo. Ma prima o poi ci si rende conto che un miracolo non è un rovesciamento esterno di leggi fisiche, ma un cambiamento nella percezione interiore. E poi il titolo sembra più senso.

Tuttavia penso che potremmo dare un'altra occhiata a quello che il Corso intende davvero con la parola "miracolo". Ad esempio, se il significato del Corso per "miracolo" è così convenzionale, perché si usa questa parola? Qual è il rapporto tra ciò che significa il Corso con la parola e ciò che la parola significa di solito? E, infine, è un miracolo davvero un "cambiamento di percezione"?

Miracoli del ministero di Gesù

In cercando di catturare la definizione del Corso di "miracolo" che dovrebbe iniziare cercando in senso più tradizionale. Penso che non è un caso che l'uomo che l'autore del Corso sostiene di essere — Gesù di Nazareth — era noto per miracoli. Infatti, se si confrontano la sua vita a quella di altri fondatori religiosi — per esempio, Maometto e Buddha — Gesù esce alla fine estrema in termini di miracolo-lavoro. I suoi miracoli fornito la base per gran parte della sua reputazione come registrato nei Vangeli e anche nei primi riferimenti storici (nel Talmud babilonese c'è un riferimento al fatto che "praticato la stregoneria"). Inoltre, miracoloso era una delle eredità che ha lasciato attraverso i suoi seguaci, i quali si racconta che abbia mandarli a predicare e guarire, e che ha continuato questa attività dopo la sua morte.

Nel ministero di Gesù, i miracoli aveva un significato importante. Vorrei cercare di delineare quel significato a quanto ho capito in base alla mia lettura di studiosi moderni. A quei tempi, la malattia non è stato visto tanto come il risultato di diritto naturale o addirittura castigo divino, ma come espressione di forze del male. Il fatto che la sofferenza era così dilagante era la prova che il mondo era in preda a influenze demoniache. Gesù è venuto a predicare su un Dio che era così amorevole, compassionevole e provvidenziale che ha cercato semplicemente di rendere felici i suoi figli. Egli ha cercato di essere il genitore perfetto, Chi avrebbe scacciare i demoni, raccogliere i Suoi figli in braccio, e baciare i loro lacrime. Questa idea di base ha fornito al centro del messaggio di Gesù '. Soprattutto Gesù ha proclamato la venuta del Regno di Dio, con la quale si riferiva che l'attuale dominio della terra è stato e viene rovesciato; che un Padre amorevole stava per conquistare il mondo e avvolgerlo in ali di guarigione.

I miracoli erano l'espressione concreta di questa idea astratta. Erano la prova, l'esempio vivente, della venuta dominio di Dio. Hanno fatto la dichiarazione molto vivida che 1) un Dio amorevole interveniva 2) per ribaltare il modo doloroso che le cose funzionano normalmente qui, in modo che 3) malattia e della sofferenza potrebbero essere sostituiti con la guarigione e la felicità.

Provate a immaginare l'effetto di essere lì nel tempo di Gesù. Immaginate credendo profondamente che il mondo era in preda del male e di vedere la prova di torturare che ovunque. Allora immaginare questo uomo straordinario che entrano in città e proclamando che un Padre amorevole stato sconvolto tutto questo e sostituire la regola del dolore con la regola globale dell'amore. E immaginare di vedere la prova concreta delle sue dichiarazioni come miracoli fluivano dalla punta delle dita con la stessa facilità come la luce del sole, invertendo tutte le leggi con cui le cose sembravano funzionare, portando speranza dove c'era la disperazione, la vita dove c'era la morte. L'effetto sarebbe stato esilarante, che cambia la vita; e apparentemente è stato.

Quindi, se guardiamo i miracoli di Gesù, vediamo diversi elementi chiave. 1) Sono cause di forza maggiore; 2) che passano attraverso uno strumento umano (Gesù) ad un'altra persona; e 3) guarire l'altra persona, rovesciando l'ordine esistente delle cose nel processo.

Un cambiamento di percezione

Ora ci rivolgiamo alla definizione del Corso di il miracolo. Anche se, come cercherò di dimostrare in seguito, la definizione del Corso del miracolo ha molto in comune con l'immagine più tradizionale, non vi è una differenza molto critico. Il Corso ha assunto un evento che è stato principalmente concepito come fisico e ne ha fatto soprattutto psicologico. Il Corso ha psicologizzavano il miracolo tradizionale.

Personalmente, penso che questo sia molto di più di una correzione per come la storia ha visto le cose, piuttosto che una correzione per ciò che Gesù ha fatto allora. Infatti, come ho letto la vita di Gesù e la borsa di studio su di lui, mi sembra chiaro che ciò che Gesù era davvero tutto era quello che si potrebbe chiamare "il miracolo interiore." Questa è stata la conversione da interiormente obbedire il dominio del male a cedere alla sovranità dell'amore di Dio. Questo miracolo interiore, proprio come quella esterna, è stata innescata da qualcosa che scorreva dalla presenza di Gesù 'ed è stato reso possibile da una scelta, un assenso di fede, da parte del destinatario. Ma, a differenza del miracolo esterno, questo miracolo interiore era il punto del ministero di Gesù '. Le manifestazioni fisiche erano proprio questo: i riflessi esterni della carne reale delle cose, la trasformazione interiore

Tuttavia, anche se penso che Gesù comprese che la mente, non il corpo, "è l'obiettivo della guarigione corretta". (T-8.IX.1: 5), il resto di noi in genere non hanno. Abbiamo una dipendenza da sperare che se possiamo semplicemente riorganizzare nostro mondo esterno, e lasciare la nostra mente solo il modo in cui sono, poi tutto può essere migliore. E così i miracoli, come tradizionalmente concepito, hanno alimentato a destra che la dipendenza. Dicendo, poi, che il miracolo guarisce la mente, o si sposta la nostra percezione, il Corso reinterpreta drasticamente il normale uso della parola.

L'affermazione del corso è che tutto nasce dalla mente. Il pensiero della mente fornisce la base per tutto ciò che vive. Qualunque sia il modo in cui la mente sceglie di guardare alla realtà, si troverà circondato da e vivere una "realtà" che è lo specchio preciso di quello. Fondamentale sistema di credenze della mente prima si manifesta come sensazioni interiori, le emozioni, le interpretazioni e percezioni; e poi manifesta come realtà "esterna", in cui la mente sembra vivere.

La nostra condizione umana attuale, poi, compresa tutta la sua malattia, il dolore, la tragedia e la limitazione, è semplicemente la outpicturing di una credenza malato -Sistema, che il Corso chiama l'ego. Questo sistema di credenze ci ha accecato il fatto eterno che siamo il Figlio di Dio e che noi rimaniamo sempre in Cielo. E ci ha convinti che siamo piccole menti che vivono in piccoli corpi su un pianeta governato da sofferenza e la morte. Ha manifestato interiormente sentimenti di rabbia, senso di colpa e la paura, e verso l'esterno sotto forma di corpi malati e affaticate, circostanze di vita dolorose, limitanti "leggi" fisiche e la struttura di confinamento generale del tempo e dello spazio.

Il nostro guarigione, quindi, deve essere una guarigione della mente, una guarigione della nostra prospettiva fondamentale della realtà. Questo è ciò che fa il miracolo. Si presenta in un momento, un istante santo, quando decidiamo di sospendere temporaneamente la nostra prospettiva abituale sulle cose. Come abbiamo momentaneamente sciogliamo la nostra presa sul ego, le nostre menti sono autorizzati a spostarsi in un nuovo modo di vedere le cose. E dal momento che il nostro pensiero è la base per tutta la nostra esperienza, come i nostri turni di pensiero, così fa tutto il resto. Tutta la nostra esperienza di vita è consentito di illuminare dal basso verso l'alto, rendendo questo tipo di guarigione più profondamente liberatorio che essere guarito anche della malattia fisica più insidiosa e distruttiva.

Ma quanto più il punto del miracolo è quello di guarire la mente, vorrei contestare chiamare un miracolo "un cambiamento di percezione." I termini "miracolo" e "cambiamento di percezione" sono diventati così sinonimo tra gli studenti del corso che anche sollevare la questione si sente un po 'come cussing in chiesa. Eppure penso che ci sia un punto importante per essere qui. È vero, che miracolo fa è spostare la percezione. Ma chiamarlo "un cambiamento di percezione" tende a lasciare fuori gli aspetti del miracolo che sono critici negli occhi del Corso. Per essere più precisi, si tende a implicare 1) che il miracolo è un cambiamento che noi stessi realizziamo; 2) che non ha nulla a che fare con qualsiasi guarigione esteriore o fisica; 3) che è ha nulla a che fare con gli altri, che è un strettamente interno, al contrario di interpersonale, evento.

Come cercherò di mostrare nel resto dell'articolo, tutte e tre queste dimensioni (che io chiamerei la dimensione Spirito Santo, la dimensione fisica e la dimensione interpersonale) sono aspetti critici definizione del Corso del miracolo. Eppure tutti e tre tendono ad essere lasciato fuori dal termine "un cambiamento nella percezione." E, inoltre, sono queste tre dimensioni che la maggior parte, ovviamente, si collegano con ciò che Gesù ha fatto 2000 anni fa, e, quindi, gettano luce sul perché ha scelto la parola "miracolo" al contrario di qualche altra parola. Tutto questo, io credo, è per questo che il Corso non chiama mai un miracolo un cambiamento nella percezione. Il più vicino si tratta di fare in modo è quando si dice che il miracolo "comporta" (T-1.II.6: 3) o "introduce" (T-5.II.1: 3) un cambiamento nella percezione — due parole che lasciano molto più spazio che dire che il miracolo è un cambiamento di percezione.

Una Legge dello Spirito Santo

Proprio come il miracolo biblico, il miracolo Corso è un atto dello Spirito. Il corso anche ad un certo punto chiama miracoli "intercessioni". Il Corso rende molto chiaro che è lo Spirito Santo che in realtà "fa" il miracolo, come possiamo vedere nella seguente montaggio di brani:

Lo Spirito Santo è il meccanismo dei miracoli (T-1. I.38: 1). Mi ispirano tutti i miracoli, che sono davvero intercessioni (T-1.I.32: 1). La potenza di Dio, e non di voi, genera miracoli (T-14.X.6: 9). Non si può essere la tua guida ai miracoli, perché è lei che li ha resi necessari (T-14.II.7: 1). ... la natura dei miracoli che non capisci. Né si fa loro (T-16.II.1: 3-4). E dal momento che non fa affidamento su se stessi per trovare il miracolo, si sono completamente diritto a ricevere ogni volta che si chiede (W-pI.77.7: 6).
Il miracolo è dunque un impulso di guarigione dallo Spirito. È l'evento dello Spirito che agisce sugli schemi di pensiero delle nostre menti: "Un miracolo è una correzione introdotta in falso pensiero da me Esso agisce come un catalizzatore, rompendo le percezioni erronee e riorganizzando in modo corretto". (T-1. I.37: 1-2). In altre parole, la guarigione della mente, o spostamento di percezione, è un risultato. Questo è il motivo per cui le miracolo "induce" (T-3.II.6: 7) una guarigione della mente o introduce un cambiamento di percezione, piuttosto che è un cambiamento di percezione

dizionario Webster dice un miracolo è. "un evento straordinario che si manifesta l'intervento divino negli affari umani." Così centrale nella definizione della parola è l'elemento di intervento divino, che se il Corso lasciato che fuori non ci sarebbe più molto senso usare la parola. Questo aiuta anche a spiegare perché il Corso ha scelto di usare le parole "miracolo" e "magiche" come opposti, quando nel linguaggio comune che a volte sono intercambiabili. Infatti, anche nel linguaggio normale, la magia è generalmente concepita come un potere che gli esseri umani esercitano, mentre un miracolo è qualcosa che viene in qualche modo al di sopra. In quanto tale, la magia può essere "bianco" o "nero". Eppure nessuno avrebbe parlare di un "miracolo nero." Nel corso, poi, la magia è il tentativo di risolvere le cose attraverso un cambiamento esterno effettuato dal nostro potere; mentre un miracolo è una guarigione della mente effettuata dallo Spirito Santo.

Una guarigione del corpo

Anche se sappiamo tutti che un miracolo si rivolge principalmente a guarire la mente, il Corso tuttavia chiarisce che un miracolo guarisce anche il corpo. Questo è, io percepisco, un tema controverso tra gli studenti del corso, ma il golf è molto chiaro su questo punto. Si parla abitualmente di miracoli, come se la guarigione fisica è un naturale — anche se non una centrale o necessaria — parte di ciò che sono. Per esempio: "Se la mente può guarire il corpo, ma il corpo non può guarire la mente, la mente deve essere più forte del corpo Ogni miracolo lo dimostra." (T-6.VA.2: 6-7). Oppure: «Così è il corpo guarito dai miracoli ..." (T-28.II.11). O "... miracoli violare ogni legge della realtà come questo mondo lo giudica. Ogni legge del tempo e dello spazio, di grandezza e di massa è trasceso, per ciò che lo Spirito Santo vi permette di fare è chiaramente al di là di tutti loro" (T- 12: VII.3: 2-3). Inoltre, è implicito più di una volta che i miracoli possono e devono sostituire qualsiasi tipo di farmaco fisico (T-2.IV.4, M-5.II.2); cioè, se uno non è troppo radicata nella paura di accettare un miracolo.

Anche se il corso è estrema nel dire che qualsiasi tipo di limitazione fisica può essere facilmente rimosso dal miracolo, è altrettanto estremo nel dire che ciò avverrà soltanto se ci si concentra la vostra attenzione altrove, non sul corpo. Ad esempio, siamo esortati a "non chiedere allo Spirito Santo per guarire il corpo" (T-8.IX.1: 5). Per vedere il corpo come l'obiettivo di guarigione e il centro della vita è parte della malattia che ha reso il corpo malato in primo luogo. Così, il Corso non sarebbe d'accordo con gli approcci che insegnano la mente per dirigere l'energia di guarigione per il corpo, o che implica che la mente dovrebbe essere guarito in modo che il più importante guarigione fisica può quindi seguire. Il modo per guarire il corpo, dal punto di vista del Corso, è smettere di identificarsi con esso, per rendersi conto che non è chi sei, che non ha alcun potere su di voi, sia per farti star male o per farti felice; che è "poco più di un'ombra girando intorno al bene" (T-31.VII.3: 3).

Una proroga di guarigione ad altri

Forse più sorprendente di una di queste è il fatto che la maggior parte (oltre 550) i riferimenti del Corso per il discorso miracolo su di esso come un atto interpersonale di estensione, piuttosto che un cambiamento nella percezione interna. Questo, infatti, è dove penso che il "cambiamento di percezione" frase cade più breve. Sorprendentemente, ciò significa che quando il corso si chiama Un Corso in Miracoli
, è più che si fa chiamare Un Corso in estensione guarigione per Othersthan che si autodefinisce un corso nei turni in Perception. Certamente entrambi i significati sono implicite nel titolo, ma l'enfasi è sul prima, perché questo è il modo in cui spostiamo la nostra percezione.

Non voglio prendere troppo spazio documentare questo, ma alcune citazioni sono in ordine. Nei principi miracolo che iniziano il testo ci viene detto che i miracoli sono "il servizio massimo si può rendere ad un altro;" che "essi sono effettuati da coloro che hanno temporaneamente più per coloro che hanno temporaneamente meno;" che attraverso di loro accettiamo "il perdono, estendendo ad altri"; e che "Portano più amore sia per il donatore e il ricevente." Ad un certo punto il Corso dice che lo scopo ", per il quale il miracolo è stato destinato" (T-2.VII.2: 3) è ostacolata se il taumaturgo ha bisogno di un miracolo per impostare il proprio diritto mente. Più tardi ci viene detto, "Non si può fare un miracolo per voi stessi, perché i miracoli sono un modo di dare accettazione [agli altri] e ricevere in tempo la donazione viene prima ...." (T-9.VI.6: 3 -4). Ancora: "Offri [a tuo fratello] il miracolo del santo istante per mezzo dello Spirito Santo, e lasciare i suoi dando a voi a Lui" (T-15.I.15: 11)

Ma come. possiamo conciliare tutto questo con il fatto che il miracolo è anche parlato di come una guarigione interna della nostra mente, un uso che diventa prevalente nella cartella di lavoro? In altre parole, qual è il rapporto tra la guarigione della nostra mente e l'estensione di guarire ad altre menti? Questo è un problema grande e complesso al Corso, ma ci sono alcune cose semplici che possiamo dire in proposito qui. Per cominciare, il Corso si riferisce più volte per un processo in tre fasi di accettare, dare e ricevere.

1. Accettare. In primo luogo si accetta la guarigione nella vostra mente. Si accetta l'Espiazione per te. Non si può dare a un altro se prima non avete voi stessi.

2. Dando. Poi si dà questa percezione guarito a un altro. Questo dono può essere molto consapevole e palese, o può essere semplicemente qualcosa che si irradia dal vostro atteggiamento generale e il linguaggio del corpo; poi di nuovo può essere solo una sensazione della vostra mente andare a qualcuno non fisicamente presente.

3. Ricezione. Una volta che si dà ad un altro, si diventa consapevoli della vera grandezza di quello che originariamente accettato. O, come il Corso dice, "Per dare è come riconoscere che avete ricevuto" (W-pI.159.1: 7). "Noi non riconosciamo ciò che riceviamo fino a che gli diamo" (W-pI.154.12: 1).

Come si può vedere, si tratta di un processo che è dedicato sia la vostra guarigione e la guarigione del altro. In realtà, è ancora più comune rispetto alle fasi di cui sopra indicherebbe. Per la prima fase sembra dedicato a te, di nuovo la seconda fase per l'altro e il terzo stadio a te stesso. Eppure, in realtà ciascuna delle tre fasi è dedicata a tutti e due. Ad esempio, si accetta la guarigione in te stesso attraverso il proprio cambiamento di mente, ma il cambiamento più catalitica di mente è un cambiamento nel modo di vedere gli altri. Inoltre, si accetta la guarigione nella vostra mente in modo che si può dare. E si dà in modo che si può ricevere. In altre parole, si accetta il miracolo in se stessi per entrambi; si dà a tuo fratello per entrambi; e si riceve di nuovo in se stessi per entrambi. In ogni punto lungo la strada del miracolo trascende la mentalità perdente-gainer del ego e rifiuta di riconoscere altro che unità.

Riepilogo

Speriamo che questa discussione ha rivelato il miracolo di essere un evento molto più ampia e sfaccettata di quanto si possa in primo sospetto. E si spera ora possiamo capire perché il Corso ha scelto di usare la parola "miracolo". Per il Corso non ha buttato via tradizionale forma &mdash del miracolo, quella dello Spirito che agisce attraverso uno strumento umano di portare la guarigione a un altro. Essa ha mantenuto quella struttura di base, e semplicemente dato una nuova serie di budella psicologici. Invece di una divinità esterno che interviene fisicamente, lo Spirito Santo è una Presenza interiore dedicato alla guarigione psicologica. Invece di un guaritore che può eventualmente essere dare ciò che non ha, il guaritore deve prima accettare la guarigione in se stesso. Invece di liberare un fratello dalla regola degli spiriti maligni che hanno ferito il suo corpo, si libera un fratello dalla schiavitù dell'ego della sua mente; la guarigione del corpo è solo un sintomo del risveglio della mente. E invece di guarire qualcun altro e rimanendo inalterato se stesso, il guaritore dà il dono apparentemente fuori di sé, ma lo fa al fine di rivendicare il dono più pienamente e per rendersi conto che egli è uno con tutti gli esseri viventi. E ora sappiamo che cosa Gesù stava davvero facendo 2.000 anni fa. Tutto ciò che abbiamo visto sulla parte esterna era un uomo che va in giro e cambiare corpi. Ora abbiamo la relazione su quello che stava realmente accadendo al suo interno.

------------------------------ ----------------------------------

Questo materiale è protetto da copyright dal Circolo di Espiazione, PO Box 4238, W. Sedona, AZ 86340. Tutti i diritti riservati. Le opinioni espresse sono la personale interpretazione e la comprensione dell'autore (s).

Si prega di visitare il nostro sito web all'indirizzo www.circleofa.org. Si può inviare un'e-mail a info@circleofa.org, o telefonare al numero 1 (928) 282-0790 Hotel  .;

Un Corso in Miracoli

  1. Un Corso in Miracoli per Prisoners
  2. *** La gentilezza è Forza
  3. Questo mondo ha bisogno di nuovi leader. E 'bisogno di luce. Ha bisogno di voi.
  4. Il ruolo delle donne nel buddismo
  5. *** Apertura mentale
  6. Mi permetta di riconoscere i miei problemi sono stati risolti
  7. *** I Rest In Dio
  8. Definizione: Via spirituale
  9. Lezione 16 Interpretazioni - Ego o Insight - Il Corso in Miracoli
  10. Recensione libro: Reality & Illusion: una panoramica di corsi Metafisica
  11. Un mondo privo di senso ingenera paura
  12. *** Pazienza
  13. *** I See solo il passato
  14. Unleash The Power Within per equilibrio interiore e saggezza interiore
  15. Il potere curativo del perdono
  16. Rottura blocchi di Love Presenza
  17. *** Verdetto di Dio
  18. Recensione libro: Ritorno al Cuore di Dio: La filosofia pratica di Un Corso in Miracoli
  19. I quattro Vangeli Corso
  20. Che cosa è Un Corso in Miracoli?