Definizione: Via spirituale

Nota: Il seguente termine è definito nel contesto di Un Corso in Miracoli

Percorso spirituale di ACIM
.

Gli insegnamenti di Un Corso in Miracoli
possono essere così bella, così profonda e attraente. Eppure, anche quando abbiamo sentito che la bellezza e imparato ad amare l'insegnamento, possiamo rimanere perplesso su cosa fare al fine di incarnare davvero. Col passare del tempo è andata avanti ho sempre più venuto a vedere il Corso come composto da due aspetti semi distinti: il sistema di pensiero del Corso e il percorso del Corso. Il sistema di pensiero è l'insegnamento del Corso, le idee essa previsti. Il percorso è le cose che facciamo per incarnare questo insegnamento, le attività che costituiscono essere uno studente del Corso e seguendo la sua strada. In breve, il sistema di pensiero è ciò che il libro insegna; il percorso è quello che noi come studenti facciamo con il libro.

E il più grave diventiamo riguardanti il ​​corso, circa il raggiungimento dei suoi obiettivi, il più importante che secondo problema diventa. Che cosa facciamo con questo libro? Che tipo di attività lo fanno ci impegniamo in modo che possiamo raggiungere il suo obiettivo e trovare la salvezza?

In questo argomento è importante anche per capire ciò che stiamo immaginando per il Circolo di espiazione, per stiamo vedendo il nostro lavoro qui come aiutare gli studenti a percorrere la via del Corso in tutte le sue sfaccettature. Questa visione si riflette nel nostro piano per avere tre ali, che ho descritto in una newsletter precedente (ottobre 1992), e si riflette anche nella scuola e nel sistema di supporto stiamo annunciando in questo numero.

Perché questo argomento sembra così semplice e fondamentale per me, ho scelto in questo numero newsletter per esporre le mie opinioni su di esso. In questo articolo descriverò brevemente la forma di base del percorso del Corso come la vedo io. Mi occuperò in primo luogo con il fatto che si tratta di un percorso (e non solo un sistema di pensiero), e poi trattare con i particolari di quel percorso.

Un "Corso" search

Un Corso in Miracoli
è un titolo molto strano. Eppure la dice lunga su ciò che il libro è. In questo momento voglio concentrarmi sulla prima parte del titolo. Avete mai pensato a queste prime due parole? Che cosa significa quando si autodefinisce "un corso"? Questa parola "corso" e il modo in cui viene utilizzato in Un Corso in Miracoli
mi sembra essere una chiave gigante di ciò che io chiamo la via del Corso. Quello che trovo interessante è che la parola "corso" qui significa quasi esattamente la stessa cosa che la parola "percorso" fa quando si parla di un cammino spirituale.

Facciamo primo sguardo alla parola "percorso. " Per quanto riguarda il mio dizionario Webster, "percorso" è definito più fondamentalmente come "un modo calpestato", o "un brano appositamente costruito per un uso particolare." È interessante notare, è anche definito come un "corso"! Un "percorso", quindi, è un modo definito lungo la quale si viaggia. Trasferirsi in una definizione più astratti, ci viene detto che un percorso è "uno stile di vita, comportamento, o un pensiero." Un modo lungo la quale ci si sposta fisicamente è ormai diventata una strada lungo la quale si viaggia attraverso la vita. Che cosa, allora, è un "percorso" spirituale? E 'un modo lungo il quale ci si sposta in Dio. In questo modo non è definito da cordoli, erba o rocce, come percorsi fisici sono. Essa è definita da un sistema di credenze e pratiche. Il presupposto è che se si segue il percorso tracciato da queste credenze e pratiche, si raggiungere il tuo obiettivo, si trova Dio.

Ora torniamo alla parola "corso". È interessante notare che, dizionario di mia Webster dice che un corso è un percorso ", il percorso su cui qualcosa si muove." Esso si trasforma poi questa idea in qualcosa di più astratto, dicendo che un corso è "un processo o di successione ordinata, come una serie di conferenze o altre materie che trattano un argomento." Quindi, piuttosto che un percorso che qualcosa si muove lungo, ora è un processo che qualcosa si muove attraverso. Questo ci porta al concetto specifico di un percorso formativo, l'idea da cui il Corso sta disegnando il suo titolo. Un corso di formazione è un processo che uno studente si muove attraverso una serie di attività poste in essere dal suo maestro che è stato progettato per insegnare lui un certo corpo di materiale, un determinato argomento. Se si muove attraverso il processo, se si partecipa alle attività assegnate, si raggiungerà il suo obiettivo; avrà imparato.

Quindi, un corso di formazione è un percorso definito lungo il quale ci si sposta al fine di imparare un corpo di materiale. Un percorso spirituale è un percorso definito lungo il quale si sposta per raggiungere Dio. Entrambi sono processi, metodi, che, se seguite, porta sui un obiettivo. È vero, gli obiettivi sono diversi, ma questa lacuna evidente è colmato nel caso del corso se si ricorda che lo scopo del suo apprendimento (l'apprendimento dei miracoli, come indica il titolo) è quello di risvegliare la memoria di Dio.

In breve, il Corso ci sta dicendo proprio nel titolo, proprio sulla copertina, che si tratta di un cammino spirituale. Questo tema continua all'interno delle copertine, dove ci ricorda più e più volte che si tratta di un processo definito, un percorso strutturato, che, se seguito, porterà alla sua porta. La seguente citazione illustra perfettamente questo: "Questo corso è stato inviato per aprire il percorso della luce per noi, e ci insegnano, passo dopo passo, come restituire al Sé eterno abbiamo pensato che abbiamo perso" (cartella di lavoro, pag 321-322. , W-pI.rV.Intro.5:. 4)

Penso che si autodefinisce un "corso", aggiunge una nota speciale di potere di questo cammino spirituale. Molti sentieri spirituali hanno un elevato grado di autodeterminazione in loro. Eppure, un corso di formazione è uno che di solito è fortemente strutturata dall'insegnante. Lo studente non determina la propria strada in questo caso. Invece egli cammina attraverso una serie prescritta di attività che sono state impostate per lui in anticipo. Lo studente dimostra la competenza non dalla sua capacità di tracciare la sua strada, ma partecipando con zelo, intelligenza e competenza nelle attività previste.

Questo ha chiaramente implicazioni per il modo in cui prendiamo questo particolare corso. Fammi disegnare fuori un po ':

1. Fatelo come è; non tentare di modificarlo. Non si va in un corso e dire l'insegnante come insegnarlo (lo so, ho provato più volte e non è mai sembrato di aiutare il mio grado). Nello stesso senso il Corso dice: "Il libero arbitrio non significa che si può stabilire il curriculum" (Testo, Introduzione). Il Corso presuppone tutta che si sta facendo così com'è, invece di usarlo come un trampolino di lancio di ispirazione, scegliendo ciò che ritiene giusto per te. Credo che quest'ultimo approccio è appropriata quando non si è ancora sicuri che il Corso è il vostro percorso. Eppure, per i suoi studenti impegnati, il Corso presuppone che si discepolato a voi stessi di un sistema completo, piuttosto che limitarsi a estrazione pepite selezionati. Essa scoraggia in particolare la realizzazione di tutte le eccezioni, a un certo punto dice che se si mantiene un aspetto del sistema dell'ego (in questo caso, le relazioni speciali amore) "è stato mantenuto il tutto" (Testo pag 334;. T-17. IV.6: 7). Essa sostiene che in questo corso "si sta studiando un sistema di pensiero unificato in cui nulla manca ciò che è necessario, e non è incluso cioè contraddittorio o irrilevante" (cartella di lavoro, pag 66, W-pI.42.7:. 2), ciò implica che dovrebbe essere seguito come è.

2. Davvero partecipare. Non si impara un corso molto bene presentandosi solo la metà del tempo, addormentarsi in classe, sparando batuffoli sputo quando l'insegnante non sta guardando, sussurrando, ridacchiando e note di passaggio, gawking presso i membri del sesso opposto, non tenendo traccia di incarichi, non fare i compiti a casa (riportare qualche ricordo?). Allo stesso modo, Un Corso in Miracoli
vi incoraggia a impegnarsi davvero. Se si guardano le oltre 120 luoghi in cui il corso si riferisce a se stesso, gran parte del tono di base di queste è che il corso sta cercando di insegnarvi la cosa più importante del mondo-salvezza e che si sta resistendo, impaurito, disperato , trascinando i piedi. Questi passi mostrano che il Corso vuole gli studenti che daranno loro tutto, e quindi accettare il suo dono inestimabile della liberazione.

3. Centro di te stesso su di esso. La maggior parte dei corsi di formazione sono prese a destra accanto ad altri corsi. Eppure ci sono corsi, come il corso di una scuola di medicina di studio, la cui natura richiede che si centrare te su quel corso da solo. Un Corso in Miracoli
, io credo, è uno di questi. Come ho scritto altrove, credo davvero che se si è certi dall'interno che il Corso è il vostro percorso, quindi è idealmente lascia altri sentieri cadono sul fondo, dove diventano, al massimo, supporti periferici per il percorso primario. Questo può sembrare un'idea sconvolgente nel mondo New Age ultra-eclettico, ma è un'idea consacrato tra i percorsi spirituali tradizionali di tutto il mondo. Centrare te sul tuo percorso non è affatto una condanna di altri percorsi (a meno che non si intende che sia così), ma un semplice riconoscimento di ciò che è meglio per voi. L'idea di onorare altri percorsi ancora centrare te stesso, da un significato per voi è chiaramente affermato nelle prime pagine del manuale (Manual, pag 3;. M-1,3-4). E si afferma ancor più chiaramente nella sezione, "Ho bisogno di non fare nulla", dove ci viene detto: "Non stanno facendo uso del corso, se ti ostini a usare mezzi che hanno servito bene gli altri, trascurando ciò che è stato fatto per voi "(Testo pag 363, T-18.VII.6:. 5).

Ma questa idea di davvero partecipare al Corso e la centratura te stesso su di essa non dice nulla molto specifico. Se vogliamo essere seri studenti, abbiamo bisogno di sapere quali attività particolare il Corso chiede dei suoi studenti. In altre parole, ciò che le assegnazioni fa? Proprio come il titolo che abbiamo esaminato, la risposta a questa domanda è scritta proprio sulla copertina (o le coperture, se avete i tre volumi separati). La risposta è i tre volumi del Corso: il testo, la cartella di lavoro per gli studenti, e al manuale per gli insegnanti. Chiaramente, questi volumi sono modellate dopo l'idea di un corso. Ed è mia convinzione che ogni volume rappresenta un aspetto di quel corso, un aspetto del percorso del Corso stabilisce. E insieme, io credo inoltre, rappresentano una progressione che si è grosso modo dovrebbe passare in piedi quel percorso. Andiamo attraverso i volumi uno per uno

Il testo:. Studio

Il primo, e di gran lunga il più grande, il volume del Corso è il testo. Ora, quando si prende un corso universitario e l'insegnante si mani un testo, cosa pensi che si aspetta di fare con esso? Così evidente come la risposta a questo è, è uno che ha eluso molti studenti del corso. Il testo è molto probabile il volume minimo di leggere del Corso. Ho anche sentito persone sostengono ignorando del tutto. Io non li-posso biasimare trascorso i miei primi anni con il Corso di evitare quello che consideravo il testo noioso.

Ma l'autore del Corso avverte chiaramente il contrario. Egli attribuisce grande importanza nel suo testo e nelle idee in esso contenute. Il modo in cui scrive lo dimostra. Egli ha l'abitudine di introdurre un'idea e poi riferendosi ad essa ancora e ancora. Una volta che ha introdotto, si presuppone che si stavano pagando attenzione e sono ora familiarità con esso. E così nella sua mente ora è gioco giusto per fare riferimento a esso, sia con la scelta di nuovo e in via di sviluppo a lungo, o facendo riferimenti brevi e talvolta abbastanza sottili per esso. A volte, dopo aver raccolto l'idea ancora e ancora, e in relazione con una miriade di altre idee lungo la strada, egli verrà a destra fuori e vi ricorderà che idea cruciale questo è per il suo corso. Un buon esempio di questo è il concetto di "idee non lasciano la loro fonte", che nella cartella di lavoro che lui chiama "il pensiero di base in modo spesso citato nel testo" (cartella di lavoro, pag 287, W-pI.156.1:. 3), e "Questo tema centrale ... spesso affermato nel testo" (cartella di lavoro, pag 236, W-pI.132.5:. 4). Infine solo ci dice che "L'enfasi questo corso ha messo su questa idea è dovuto alla sua centralità nei nostri tentativi di cambiare idea su di te" (cartella di lavoro, pag 311, W-pI.167.3:. 7).

A volte sarà più o meno smettere di raccogliere un'idea back up e il suo sviluppo. Egli assume semplicemente che ormai lo sai. Per questo motivo, molti dei concetti più importanti del golf si trovano solo nel testo (almeno in qualsiasi tipo di forma sviluppata). Questo include concetti cruciali come le relazioni speciali, rapporti sacri, sacro istante e l'attrazione di colpa.

Il testo Penso che chiaramente rappresenta didattica, di studio e la comprensione. L'autore sta facendo l'insegnamento, e noi come gli studenti si suppone di leggere e studiare in cerca di comprensione. Rendendo il testo del primo volume l'autore sta facendo una dichiarazione molto importante. Sta dicendo che studiare e comprendere l'insegnamento è il primo aspetto del suo corso, la fondazione del suo percorso.

E 'difficile contestare che l'insegnamento è il fondamento del Corso. Non solo il testo comprendono quasi due terzi delle vere parole del Corso, ma direi che l'insegnamento costituisce circa il 95% del Corso, la principale eccezione essendo le istruzioni specifiche per la pratica quotidiana del lavoro. Eppure queste istruzioni comprendono una minoranza della cartella di lavoro, la maggior parte dei quali è l'insegnamento rettilineo

L'insegnamento è così importante nel corso perché il corso è fondamentalmente cercando di ottenere di cambiare il vostro pensiero:. "... Questo corso mira a un completo rovesciamento del pensiero "(Manuale, p 58; M-24.4:. 1). Si sta cercando di convincerli a rinunciare alle idee livello del suolo che motivano i vostri pensieri, le emozioni, le scelte e le percezioni, e scambiarli per una nuova serie di idee, quelle insegnate dal Corso. Le idee, poi, sono la base di tutto al Corso. Ciò è riconosciuto nella prima riga della cartella di lavoro, che dice che "un fondamento teorico, come il testo prevede è necessario in quanto un quadro per rendere gli esercizi di questo lavoro significativo".

Le implicazioni di questo per lo studente sono evidenti. L'attività fondamentale di camminare il percorso del Corso è la lettura e lo studio, volto a comprendere l'insegnamento. Non c'è davvero nessun ottenere intorno a questo. Deve solo essere fatto. Fa parte di questo corso. Se si trova il testo in corso di spessore (come onestamente ancora fare), ci sono opzioni aperte a voi. Potete leggere un po 'alla volta, è possibile unire i gruppi che leggono e discutono il testo, è possibile ottenere i nastri in cui diversi insegnanti Leggete e commentate le sezioni dal testo, è possibile ascoltare il Corso su nastro. Si può fare ogni genere di cose. Ma se si vuole essere uno studente serio, fare qualcosa. Per non leggere il testo in questo corso è come non leggere i libri, né frequentare le lezioni in un corso regolare, che nessuno si sognerebbe di fare a meno che non stavano cadendo fuori.

L'autore del corso ha comunicato la stessa enfasi su leggere e studiare per i suoi scribi, Helen e Bill, in materiale riprodotto in assenza di Ken Wapnick da Felicity:

Ogni apprendimento implica attenzione e studio a un certo livello. Questo corso è un corso di formazione mentale. Buoni studenti assegnare periodi di studio per se stessi. Tuttavia, dal momento che questo passo ovvio non si è verificato a te, io farò le assegnazioni evidenti ora (p 258).
Il Workbook:. Pratica

Il volume successivo è, naturalmente, la cartella di lavoro. Come con il primo, l'autore considera questo volume sia assolutamente cruciale per il suo corso. Dopo averci detto nella prima riga della cartella di lavoro che il testo è un fondamento necessario per le esercitazioni, la seconda linea continua a dire: "Ma che sta facendo gli esercizi che renderanno l'obiettivo del corso possibile". Questa è una linea pesante. Non sarà raggiungere l'obiettivo del corso a meno che non le lezioni. E poi nel Manuale per gli insegnanti, ci viene detto che non si qualificano come un insegnante di Dio nel quadro del Corso a meno che non avete fatto la cartella di lavoro: "Lui non può pretendere che il titolo fino a quando non è passato attraverso la cartella di lavoro, dal momento che stiamo imparando nell'ambito del nostro corso "(Manuale, p 38, M-16.3:. 7). Chiaramente, l'autore di questo corso pensa che la sua cartella di lavoro è essenziale

Il Workbook Credo che rappresenta il secondo aspetto del percorso del Corso:. Pratica. L'unica speranza che vede il Corso per noi nello scambio il nostro sistema di pensiero corrente per una nuova è quello di praticare quello nuovo più volte, senza sosta, costantemente. "Più e più volte questo deve essere ripetuto, fino a quando non è stata accettata" (cartella di lavoro, pag 159, W-pI.93.6:. 2). La pratica rende perfetti. I grandi mistici, maestri e santi nel corso della storia hanno riconosciuto che non esiste una vera e propria realizzazione spirituale senza la pratica reale. Il Corso, credo, riconosce la stessa cosa. In realtà, usa la parola "pratica" e le sue varianti più di 350 volte.

In linea con le nostre precedenti osservazioni circa la presa il corso come è, io credo veramente che l'autore del Corso destinato i suoi studenti a fare la cartella di lavoro come è, seguire le istruzioni-come dice più volte in diverse forme-"il più possibile" (cartella di lavoro, pag 107,118-119, W-pI.65.4:. 2, 70.6: 3), "proprio come vicino come è possibile "(cartella di lavoro, pag 197, W-pI.rIII.Intro.1:. 3). Penso che la maggior parte degli studenti iniziano con questa intenzione, e poi, come le istruzioni cominciano a sempre più esigente, hanno trovato questo essere troppo difficile. E poi come le istruzioni anche ottenere più sottile e superficiale, dal momento che iniziano a decollare dalle istruzioni precedenti, che essi assumono avete seguito, gli studenti cominciano a perdere il contatto con ciò che viene chiesto loro. E alla fine tutti noi cominciamo a porre la domanda: è davvero possibile fare la cartella di lavoro come è

L'autore del corso sembra pensarla così?. Tutto quello che si aspetta da noi, a quanto pare, è quello di farlo o meno come è. Egli chiarisce che lui capisce ci mancherà un sacco di periodi di pratica. Eppure lui è molto preoccupato del fatto che non usiamo questi periodi di pratica mancati come scuse per mancare di più. E così si discute la questione dei periodi di pratica perse più volte, ogni volta dando una variazione dello stesso messaggio di base: Quando ti accorgi di aver perso periodi di pratica, basta iniziare a praticare di nuovo. Non sentirti in colpa, non cercare di recuperare tutte quelle vi siete persi e non mollare. Basta riprendere la vostra pratica.

Allo stesso modo, è l'abitudine di spingendoci a non dimenticare la nostra pratica, lo fa più di una dozzina di volte. Egli ci esorta anche a dare il nostro tempo e lo sforzo di questa pratica: "... non lasciare che il tempo sia inferiore soddisfa il vostro bisogno più profondo Fai tutto il possibile, e dare un po 'di più". (Cartella di lavoro, p 358; W. -pI.193.10: 6-11: 1). E si dà spesso incentivi per la pratica, soprattutto quando le richieste di pratica ottengono un po 'pesante, ci ricorda i benefici fenomenali che porterà a noi stessi e agli altri.

E quando la cartella di lavoro è finito, noi continuiamo a praticare , rendendo la nostra danza mentale di volontà sempre più frequente fino a diventare costante, fino a diventare il nostro stato d'animo abituale. Mi piace come Allen Watson ha caratterizzato la cartella di lavoro: ". Un'introduzione alla pratica" È un inizio; essa ci pone sulla lunga strada di pratica perfetta. Rivela Molte volte il corso che la pratica è destinata a diventare un giorno continua. Infatti, i manuali tratta direttamente con il problema di che cosa pratica da intraprendere una volta che abbiamo finito la cartella di lavoro. Parte della sua risposta è questa:

Per tutto il suo addestramento, ogni giorno e ogni ora, e anche ogni minuto e secondo, devono insegnanti di Dio imparare a riconoscere le forme di magia e di percepire la loro insensatezza (Manuale, p. 40-41, M-16.11: 9).

Questo tema dell'importanza di ogni minuto e il secondo si ripete più e più volte nel corso. L'implicazione logica di ciò è evidente: Il Corso eventualmente ci vuole praticare ogni minuto e persino ogni secondo! Alla fine che vuole "dedizione totale per tutto il tempo" (cartella di lavoro, pag 328, W-pI.Intro181-200.1:. 2). Questo è lo stato finale della pratica del corso.

Con il tempo, con la pratica, non si sarà mai smettere di pensare a Lui, e ascoltare la Sua amorevole voce guida i vostri passi in modi tranquilli .... E non vuoi mantenere il tuo mente lontano da lui un momento, anche se il tempo è trascorso in apportatrice di salvezza per il mondo (cartella di lavoro, pag 279-280, W-pI.153.18:. 1,3).
Il manuale per gli insegnanti: estensione

L'ultima riga del passaggio sopra rivela come il Corso vede il nostro tempo speso: "nell'offrire la salvezza per il mondo." Questo, credo, è il terzo e ultimo aspetto del percorso del Corso:. Estensione

Più e più volte il Corso ci dice in molti, molti modi di l'importanza di estendere il perdono e la guarigione per gli altri. Ci dice che questa è la nostra funzione mentre era sulla terra, la nostra parte nel piano di Dio per la salvezza. Questo è ciò che si suppone di fare con la nostra vita, che cosa dovremmo fare in ogni singola interazione, ogni incontro, ogni situazione. Essendo strumenti di questa estensione è, a quanto pare, l'unico scopo del nostro corpo. In realtà, è l'unico scopo di tutto sulla terra; è ciò che tutto è per (Testo, pag 479-480,. T-24.VII.5-6) ​​

Non è solo che Gesù vuole ottenere tutti salvati e così sta cercando di premere noi. in servizio come i suoi cavalli da tiro. Lui non vuole questo, ma vuole anche farci salvati. Ha ripetutamente ci dice che saremo salvati come salviamo, che "sarò guarita come ho lasciato che mi insegni a guarire" (Testo pag 24; T-2.V.18:. 6). "Perdonare ed essere perdonati Come si dà riceverete.» (Workbook, pag 213, W-pI.122.6:. 3-4)

Extension, secondo il Corso, ha un effetto psicologico enorme su. quello che si estende. Qualunque idea si dà fuori sarà rafforzata nella sua mente. Così, è solo quando si vede il perdono va 'da noi, cambiando la nostra percezione degli altri e la loro percezione di se stessi, che noi saremo pienamente convinto che ci sia qualcosa di veramente santo dentro di noi, che la santità è al centro del nostro essere. Estensione, a quanto pare, dà le idee che stiamo cercando di imparare la loro rinforzo finale nelle nostre menti.

Perché dico che l'estensione è il rafforzamento finale? C'è una formula in esecuzione al Corso che si esprime in modo particolarmente chiaro nelle lezioni 154 e 159. La formula è che prima di ricevere dallo Spirito Santo: si impara una lezione, spostare una percezione, acquista un aspetto del diritto mentale, lascia in un'idea santa. In secondo luogo, si dà questo a un altro, che non si può fare, se prima non lo ha ricevuto: "Nessuno può dare ciò che non ha ricevuto" (cartella di lavoro, pag 293, W-pI.159.1:. 1). E poi il terzo, attraverso la donazione si arriva a comprendere appieno che avete ricevuto. Si guadagna una maggiore consapevolezza del dono che hai già. "Nessuno può ricevere e capire che ha ricevuto fino a che non dà per nella donazione è la sua accettazione di ciò che ha ricevuto." (Cartella di lavoro, pag 282, W-pI.154.8:. 6-7). Chiaramente, penso, studio e pratica sono passo uno qui. E 'grazie a loro che abbiamo inizialmente riceviamo. Fase due è l'estensione, dando, che ci fornisce con la fase tre:. Piena consapevolezza del dono che abbiamo ricevuto originariamente

Anche se l'estensione è trattato in tutto il testo e cartella di lavoro, credo che il manuale per gli insegnanti come Volume simboleggia questo aspetto finale del percorso del Corso. Dopo tutto, si tratta di un manuale per gli insegnanti di Dio, per coloro che sono pronti a dedicarsi a estensione (insegnamento, l'estensione, la guarigione e dare sono tutti sinonimi virtuali del Corso). E, infatti, la maggior parte dei manuali offerte direttamente la questione di come si possa meglio svolgere la funzione di essere un insegnante di Dio, un extender, un salvatore.

Questa funzione non è amorfa, nebulosa cosa. Durante il corso ci viene detto che la nostra funzione particolare come insegnante /guaritore avrà una forma speciale appositamente per noi. Questo modulo sarà realizzato dallo Spirito Santo, sulla base dei nostri punti di forza "esattamente come sono, e ... dove si può essere meglio applicata, per quello che, a chi e quando" (cartella di lavoro, pag 281,. W-Pi. 154,2: 2). Il manuale presuppone che per alcune persone questo significa essere una sorta di guaritore e /o il pastore di nuovi studenti sul percorso del Corso (vedi il mio articolo nella nostra ultima newsletter). L'opuscolo psicoterapia presuppone che per alcune persone questo significa essere un terapeuta professionista. Ovviamente la propria funzione può prendere uno qualsiasi delle centinaia di forme, molte delle quali possono apparire del tutto normale e non è affatto come un fine "spirituale". Eppure, tutto ciò che una funzione di è, non sarà una cosa totalmente nebulosa che non si può mai mettere il dito su. Ci vorrà una forma concreta abbastanza per noi coscientemente e intenzionalmente dedichiamo le nostre risorse di tempo e fatica ad esso.

E il corso non ci incoraggiano a dedicarci ad esso. Proprio come pratica alla fine diventa continuo, in modo estensione alla fine diventa a tempo pieno. "Insegnare è un processo costante, si va avanti in ogni momento della giornata, e continua in pensieri che dormono, come pure" (Manuale, p 1, M-Intro.1:. 6). Dal momento che sia insegniamo Dio o l'ego in ogni momento, il nostro obiettivo, naturalmente, è quello di insegnare a Dio in ogni momento, in modo che, come abbiamo visto in precedenza, tutto il nostro "tempo è speso a offrire al mondo la salvezza." Search

Trovo interessante il fatto che il Corso indica specificamente molte volte che vi è un grande affare per noi fare nel compiere la nostra funzione di estensione. Dopo aver detto che per ricevere la santa istante ", è necessario far nulla" (Testo pag 363, T-18.VII.5:. 5), si dice che dopo aver ricevuto il santo istante, ci saranno molti "occupato a fare [s] in cui siete inviati "(Testo, pag 364, T-18.VII.8:. 3). Parlando nostra funzione speciale, la nostra parte nel piano dello Spirito Santo, ci viene detto che "c'è così tanto che deve essere fatto prima che la via della pace è aperta" (Testo, pag 404,. T-20.IV.8 : 1). Altrove, ci viene detto: "Non c'è molto da fare" nel compimento "il tuo posto ... nella Grande Risveglio" (Testo, pag 306, T-15.XI.10:. 9-10). E ancora: "Eppure, mentre nel tempo, c'è ancora molto da fare e ciascuno deve fare ciò che gli è assegnato, per parte sua fa tutto il piano dipende." (Testo, pag 493, T-25.VI.5.: 9-10).

Più e più volte il Corso ci dice che l'estensione è il nostro scopo, mentre sulla terra. L'opuscolo psicoterapia dice: "Egli rimane, ma per questo" (Psicoterapia, p 21; P-3.III.1:. 9). Se ci atteniamo in giro solo per questo, che altro avrebbe facciamo con il nostro tempo?

Il processo nel suo insieme

Quindi abbiamo questi tre aspetti, tre attività : studio, la pratica e l'estensione. Mi sembra chiaro che queste non sono pezzi disgiunti, ma in realtà costituiscono una progressione integrata, un percorso, un corso. Questa progressione va, come ci si aspetterebbe, da volume a volume I II III volume. Non è questa l'implicazione di utilizzare il modello di corso universitario? In un corso di formazione prima di leggere e studiare il testo. Quindi si utilizza la cartella di lavoro e facendo i suoi esercizi di applicare le idee che avete imparato, per imparare a giocare più pienamente e intimamente. Infine, si laurea per l'insegnamento del corso da soli e in modo da utilizzare il manuale dell'insegnante.

Un Corso in Miracoli
chiarisce che ha questa stessa identica progressione in mente. I volumi chiaramente sono scritti in ordine, ognuna consapevolmente guardando indietro il volume oi volumi che lo hanno preceduto. La cartella di lavoro menziona più volte il testo che è andato prima di esso, e il manuale cita sia il testo e cartella di lavoro. Ad un livello più sostanziale, la cartella di lavoro dice che per essere significativo è necessario il testo. Il manuale dice che per essere un insegnante di Dio Workbook deve essere completato.

E poiché questo è un corso spirituale, Text-Workbook-manuale non implica solo l'ordine dei volumi, ma un processo di massima che uno passa attraverso nel proprio sviluppo spirituale. In realtà è un processo di presa e recante il sistema di pensiero che insegna il Corso. Questo sistema di pensiero è così radicale, così totalmente in contrasto con il nostro sistema di pensiero corrente, che deve entrare a poco a poco.

In primo luogo, le idee devono inserisci il suo mente cosciente, sotto forma di concetti intellettuali. E così di leggere e studiare il libro. Questa non è la fine del processo, ma questo è il fondamento per tutto ciò che segue. Quindi, le idee diventano più profondamente accettate nella vostra mente attraverso la pratica, attraverso prove frequenti e applicazione. E, infine, le idee ricevono il loro rinforzo finale nella vostra mente attraverso l'estensione, attraverso vederli escono da voi e guarire il vostro mondo, è convinto che le idee sono tuoi e di rinforzo attraverso la condivisione (vedi figura).

Non credo, però, che quando ci si sposta in un nuovo aspetto si rilascia quella precedente. Sarebbe come salire su un gradino più alto su una scala e poi segare il ramo che si appena sceso di. Come si estende, ovviamente continuare a praticare, per la vostra pratica rende possibile l'estensione. E come si pratica, credo che continui a studiare, approfondire la comprensione del sistema di pensiero, in modo che si possono praticare in modo più efficace, in modo da poter estendere il più generosamente, in modo che si può ricordare Dio in modo più rapido.

In sintesi, se vogliamo davvero ad essere onesti, penso che dobbiamo ammettere che questo corso come il suo maestro lo depose fuori significa un sacco di lavoro, alla fine, molto di più che andare a scuola di medicina. Significa davvero dare noi stessi a questo corso. Per cominciare, l'insegnante che impostare questa cosa intende per noi fare un sacco di lettura e di studio. Ci vorrebbe una vita per estrarre un decimo della saggezza contenuta in tale testo. Egli intende per noi di fare un sacco di praticare, prima due volte al giorno, poi passando alla più volte ogni ora, che lavora la sua strada fino a ogni minuto e, infine, ad ogni secondo. E ha intenzione per noi fare un sacco di estendere, a partire da una singola scelta di vedere i nostri interessi non separato da un'altra persona e termina con dedicando il nostro amore ogni momento-veglia e il sonno, di estendere a tutta la figliolanza.

Ma ora la domanda che tutti si sono chiesti: Che dire di me? Come potrei fare questo? Mi rendo conto che ciò che ho detto qui suona molto difficile e impegnativo. Ma per favore non fraintendere la causa della sua natura difficile. Per esempio, io non sto suggerendo che qualcuno che lavora duramente al Corso è più speciale agli occhi di Dio, o è ancora più spiritualmente avanzato. Sto semplicemente suggerendo che quel particolare individuo otterrà più fuori del corso che lo avrebbe fatto se avesse messo meno in esso. Penso che sia anche tentati di percepire quello che sto dicendo come una proiezione della mia personalità particolare, pensando che sono il tipo che ama i regimi esigenti ed è incline a imporre loro sugli altri. Naturalmente, spetta a voi decidere per lei che cosa il Corso dice in realtà. Per quanto mi riguarda, io sono chiaro che la forma di base di questa idea che ho presentato non è una mia invenzione, ma Gesù '. Dal mio punto di vista, ha messo proprio lì sulle copertine e le pagine del Corso per tutti di vedere.

Per guardare davvero obiettivamente tutta la questione, penso che abbiamo bisogno di venire a patti con la nostra resistenza. Mi sembra che abbiamo un enorme resistenza a ciò che Gesù sta dicendo a noi, non solo per la trasformazione che offre, ma per le attività specifiche egli sostiene. Infatti, quando noi resistiamo a fare le attività specifiche, egli ritiene che la stessa cosa che la resistenza alla nostra trasformazione. Per tali attività (fatto con il giusto intento) sono il mezzo per la nostra trasformazione. Box 4238, W. Sedona, AZ 86340. Tutti i diritti riservati. Le opinioni espresse sono la personale interpretazione e la comprensione dell'autore (s).

Si prega di visitare il nostro sito web all'indirizzo www.circleofa.org. Si può inviare un'e-mail a info@circleofa.org, o telefonare al numero 1 (928) 282-0790 Hotel  .;

Un Corso in Miracoli

  1. Confidando tutti perfettamente anche quando sono blocca il regalmente e di essere cretini.
  2. Angeli e il loro ruolo nella vostra vita
  3. Un esclusivo Q & A Intervista a Marianne Williamson su The Gift of Change
  4. Rottura blocchi di Love Presenza
  5. *** L'onestà
  6. Dare 'Til It Feels Good
  7. Perdono
  8. Albero della Conoscenza
  9. A Primer per la creazione di Miracoli
  10. Unleash The Power Within per equilibrio interiore e saggezza interiore
  11. I principi di base di Un Corso in Miracoli: Il mago di Oz
  12. Un mondo privo di senso ingenera paura
  13. *** I Rest In Dio
  14. Come Diventare Ordinato per fare un matrimonio
  15. Una canzone dedicata a questa Causa
  16. Smettere di sperare, iniziare a conoscere: la tua vita è ciò che si intende
  17. I quattro Vangeli Corso
  18. The Runaway Bunny
  19. La credenza Dietro arrabbiata o ansiosa
  20. *** I See solo il passato